Per sua natura, una superficie calpestabile è soggetta ad un forte stress. Il calpestio infatti, settimana dopo settimana, mese dopo mese e anno dopo anno, finisce per consumare inesorabilmente anche i materiali più resistenti a tempo ed usura.

Quanto dura quindi un pavimento in resina? pur essendo un prodotto di concezione moderna e studiato per avere un ciclo vitale piuttosto dilatato, anch’esso non sfugge alla logica universale del deterioramento.

La durata di un pavimento in resina dipende da diversi fattori

La durata di una superficie costruita con questo prodotto è difficile da quantificare, in quanto sono diversi i fattori che possono influenzarne la vita. Va specificato come il ciclo del pavimento sia fortemente condizionato sia dalla qualità di materiali utilizzati che dalla professionalità della posa: se i lavori sono stati fatti a dovere, il pavimento in resina avrà una durata sicuramente superiore.

Va anche sottolineato come l’usura è un fattore “esterno” che coinvolge solamente la parte superiore della pavimentazione: una costante manutenzione e qualche riguardo, dovrebbero ulteriormente influire positivamente sulla durata della resina.

Oltre alle operazioni di pulizia e l’utilizzo della cera, può essere utile contattare ditte specializzate nella pulizia di questo genere di pavimenti: in questo modo non si corre il rischio di rovinare la superficie e allo stesso tempo se ne allunga il ciclo vitale.

A Roma e dintorni sono diverse le ditte che si occupano della posa di pavimenti e superfici in resina: solo alcune però sono preparate adeguatamente a questo compito!

Alcune semplici operazioni possono aumentare notevolmente la durata del pavimento in resina

pavimento in resina epossidicaAlcuni comportamenti, apparentemente semplici e scontati, possono prolungare la durata della resina: pulire prontamente le macchie più ostiche senza farle seccare o chiamare una ditta specializzata in caso di segni o venature varie, può decisamente evitare danni ben più gravi, che potrebbero richiedere un intervento radicale di una ditta specializzata.

In parole semplici: quanto può durare?

Andando sul concreto, un pavimento in resina con usura medio-bassa e senza particolari problemi può arrivare anche a 30 anni. Di contro, in caso di usura pesante, il ciclo vitale può essere anche dimezzato. Rispetto a parità di usura però, va considerato che la resina si pone decisamente meglio rispetto alla concorrenza delle pavimentazioni classiche.